UN ALTRO BAMBINO AMMAZZATO A SANGUE FREDDO DA UN CECCHINO ISRAELIANO

sabato 7 dicembre 2013

immagine1

UN ALTRO BAMBINO AMMAZZATO A SANGUE FREDDO DA UN CECCHINO ISRAELIANO

Adolescente palestinese ucciso da un cecchino israeliano vicino a Ramallah

Pubblicato oggi (aggiornato) 2013/07/12 22:08

RAMALLAH (Ma’an) – Un adolescente palestinese è stato ucciso dai soldati israeliani nel campo profughi di al-Jalazun vicino a Ramallah sabato.

Wajih Wajdi al-Ramahi, 14 anni, è stato colpito con proiettili nella schiena da un cecchino israeliano di fronte alla sua scuola. Al-Ramahi è stato portato in ospedale, e posto in terapia intensiva fino alla sua morte.

La gente del posto ha detto a Ma’an che nella zona dove è stato colpito al-Ramahi non c’erano scontri o qualsiasi tipo di incidenti di lancio di pietre che potrebbero avere provocato l’uccisione.

Il padre dell’ adolescente ha detto che i soldati israeliani si rivolgono ai giovani e li uccidono, al fine di divertirsi. Ha aggiunto che suo figlio è stato ucciso da un soldato israeliano da una torre di guardia in Bet El con una pallottola mentre stava camminando nei pressi della scuola del campo. E ‘stato colpito direttamente alla schiena, e non c’era scontri nella zona, ha aggiunto.

La famiglia Al-Ramahi ha detto che loro figlio è stato “giustiziato” e “assassinato a sangue freddo”, perché è stato colpito nel bel mezzo della giornata nel campo.

Un portavoce israeliano ha detto che è stata aperta un’inchiesta sulla questione, ma non aveva ulteriori dettagli.

Tratto da:  Il Popolo Che Non Esiste

………………………………………………………………………………………………..

ARTICOLO ORIGINALE

http://www.maannews.net/eng/ViewDetails.aspx?ID=655072

Palestinian teenager shot dead by Israeli sniper near Ramallah

Published yesterday (updated) 07/12/2013 22:08
(MaanImages)
RAMALLAH (Ma’an) — A Palestinian teenager was shot dead by Israeli soldiers in al-Jalazun refugee camp near Ramallah on Saturday.

Wajih Wajdi al-Ramahi, 14, was shot with live bullets in the back by an Israeli sniper in front of his school.

Al-Ramahi was taken to the hospital, and placed in the ICU until he died.

Locals told Ma’an that the area where al-Ramahi was shot had no clashes or any kind of rock-throwing incidents that might have provoked the killing.

The teenager father’s said Israeli soldiers target youths and kill them, in order to amuse themselves.

He added that his son was shot by an Israeli soldier from a watchtower in Bet El with one bullet while he was walking near a school in the camp. He was hit directly in the back, and there was no clashes in the area, he added.

Al-Ramahi family said that their son was “executed” and “assassinated in cold blood,” because he was shot in the middle of the day in the camp.

An Israeli spokeswoman said that they had opened an investigation into the matter, but had no further details.

immagine1

More than 30 Palestinians have been killed so far in 2013 by Israeli forces.

Amnesty International’s 2013 report on Israel and the Occupied Palestinian Territories highlighted the lack of accountability for Israeli soldiers’ crimes against Palestinian civilians, pointing out that, “The authorities again failed to independently investigate killings of Palestinian civilians by Israeli soldiers in the West Bank and Gaza or to prosecute those responsible.”

The internationally recognized Palestinian territories of which the West Bank and East Jerusalem form a part have been occupied by the Israeli military since 1967.

 

Contrassegnato con i tag: ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam