UNA”FAMIGLIA UMANA”PER VITTORIO

A salutare Vittorio Arrigoni questo pomeriggio, a Bulciago, dove è previsto il funerale, ci saranno uomini, donne, pacifisti, attivisti, le comunità palestinesi, arrivati da tutta Italia.La moltitudine della “famiglia umana”, quella in cui Vittorio credeva. Collegamenti video anche da Ramallah e da Gaza. Assenti le istituzioni italiane.

Roma, 24 aprile 2011, Nena News – Sono partiti questa mattina all’alba da tutta Italia, i pullman organizzati in modo spontaneo da quanti vogliono essere a Bulciago, in provincia di Lecco, per dare l’ultimo saluto a Vittorio Arrigoni, l’attivista, pacifista e giornalista ucciso nella Striscia di Gaza la scorsa settimana. Per essere lì a ricordare un compagno, un amico, Vik-Utopia. Dopo giorni di manifestazioni, presidi, fiaccolate e sit-in che si sono svolti da Nord a Sud.

I funerali, non “un saluto triste” come ha chiesto la famiglia,  si svolgeranno nel paese natale della famiglia di Vittorio, alle 16.30, nella palestra comunale,  dove dopo la funzione, seguirà “un momento di ricordo con tutti quelli arrivati a testimoniare il loro affetto per Vittorio”, poi verrà proiettato l’ultimo video dell’attivista e si canterà BellaCiao. Molti gli attivisti in arrivo da fuori Italia, dalla Spagna, la Germania, l’Irlanda e la Francia; in arrivo anche molte persone che Vittorio non l’hanno mai conosciuto di persona, solo attraverso i suoi resoconti da Gaza, i suoi articoli, ma che vogliono comunque esserci per l’ultimo saluto. Quella moltitudine “della famiglia umana”, la famiglia umana in cui lo stesso Vittorio credeva “al di là dei confini, delle barriere, delle bandiere”. La frase che la mamma di Vittorio, Egidia Beretta, ha fatto stampare sul manifesto funebre, con i colori della bandiera della pace.

A fronte del completo silenzio delle istituzioni italiane, assenti sia all’arrivo della salma all’aeroporto che oggi, a Bulciago (presenzieranno però 40 sindaci italiani). Ci saranno i palestinesi a salutarlo, con collegamenti video e audio, nel corso del funerale, previsti sia da Ramallah, dove ci si riunirà vicino al Municipio, per trasmettere un messaggio live alla famiglie e da Gaza, dove invece i palestinesi si sono dati appuntamento al Gallery, il locale dove lo steso Vittorio si recava spesso, dietro all’Università Al Aqsa.

Sempre questa mattina, anche l’Autorità Palestinese ha organizzato una commemorazione ufficiale, davanti al Mausoleo dove è sepolto Arafat, alla quale interverrà il presidente Mahmoud Abbas.

La famiglia di Vittorio, ha inoltre diffuso un invito a non inviare fiori, ma per chi volesse, donazioni per la Palestina. La Palestina di Vittorio. Nena News

Contrassegnato con i tag: ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam