Video: i militari continuano a molestare i bambini nei quartieri Gheith e a-Salaimeh di Hebron

0

B’Tselem Pubblicato il 25 ott 2018

I palestinesi che vivono nei quartieri Gheith e a-Salameih, così come in altri quartieri di Hebron, sono sottoposti a restrizioni estreme sulla loro libertà di movimento, come B’Tselem ha documentato molte volte. I militari hanno costruito una recinzione lungo la strada principale di questi quartieri per tenere fuori i residenti e lasciare la strada aperta solo ai coloni.

Anche se i militari hanno promesso che avrebbe tenuto aperto il cancello nella recinzione dalle 6:00 alle 22:00, non è riuscito a farlo e il cancello rimane spesso bloccato per tutto il giorno.

Per uscire dall’area quando il cancello è chiuso, i residenti devono percorrere una rotatoria che è lunga 500 metri e comprende molte rampe di scale.

Quando i bambini del vicinato trovano il cancello bloccato mentre vanno a scuola o a casa, spesso scalano la recinzione invece di percorrere la lunga strada.

Israele ha implementato una politica di segregazione a Hebron per più di venti anni, in gran parte con l’installazione di posti di blocco permanenti in tutto il centro della città vecchia e intorno a al-Haram al-Ibrahimi (la Tomba dei Patriarchi) – un’area di meno di 80 ettari di larghezza .

Questi posti di blocco rendono la vita quotidiana un incubo per i residenti palestinesi lì e in altre parti di Hebron. Queste continue molestie e restrizioni del movimento impediscono ai residenti palestinesi della zona H2 di condurre una routine ragionevole e rendono la realtà quotidiana intollerabile. Attuando questa politica, le autorità israeliane stanno promuovendo il trasferimento in corso di palestinesi dal centro di Hebron.

Video :Military continues to harass children in the Gheith and a-Salaimeh neighborhoods of Hebron

Video: i militari continuano a molestare i bambini nei quartieri Gheith e a-Salaimeh di Hebron

https://frammentivocalimo.blogspot.com/2018/11/video-military-continues-to-harass.html

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.