VIDEO: Marionette contro la guerra israeliana ai pupazzi

Dopo la decisione del governo israeliano di cancellare l’annuale festival teatrale per bambini palestinesi, le marionette di Ariel Doron iniziano la loro protesta.

adminSito
 sabato 29 giugno 2013 09:04

immagine1

di Matt Surrusco – +972mag.com

Gerusalemme, 29 giugno 2013, Nena News – A volte le proteste hanno la forma di marionette. Un burattinaio israeliano di Jaffa ha pubblicato un video su internet, insieme a quattro marionette e un martello gonfiabile della sua collezione, chiedendo a chi lo visiona difirmare una petizione per “permettere ai bambini palestinesi di partecipare al festival di marionette”.

Come riportato da Haggai Matar su +972, lo scorso fine settimana,“il 19esimo festival teatrale palestinese per bambini nel teatro Al-Hakwati di Gerusalemme Est sarebbe dovuto partire”, ma è stato cancellato dal Ministero della Pubblica Sicurezza israeliano secondo cui gli organizzatori del festival avrebbero ricevuto fondi dall’Autorità Palestinese.

Amira Hass su Ha’aretz ha scritto che, secondo gli Accordi di Oslo, gli eventi sponsorizzati dall’ANP sono illegali all’interno di Gerusalemme Est. Gli organizzatori del festival però hanno negato di aver ricevuto fondi dall’ANP.

“Ogni bambino ha il diritto di assistere ad uno spettacolo di marionette e nessuno ha il diritto di impedirglielo”, dice Ariel Doron, il 29enne burattinaio che ha prodotto il video e avviato la campagna online. Nei due minuti di video, girato mercoledì nel cortile della sua casa, un martello del giorno dell’Indipendenza israeliana colpisce una colomba in volo, un cammello affamato e una tigre confusa, il tutto mentre insegue una marionetta palestinese sulla musica di “Jaws”. Ad un certo punto, il pupazzo palestinese viene legato e ad un albero e bendato.

Doron spiega che lui e i suoi pupazzi si sono arrabbiati per la decisione del governo di cancellare il festival per bambini, dove recitano delle marionette, e hanno così pensato al modo di protestare: “Volevo fare qualcosa con le marionette”, dice.

Doron che ha studiato alla Scuola di Teatro Visivo e cinema alla Tel Aviv University, si dice contento di aver terminato il video prima delle due manifestazioni di giovedì sera, una alle 17 fuori dal teatro di Al-Hawkati, e una alle 19 in Liberty Park Bell a Gerusalemme Ovest.

Il burattinaio vuole “far capire ad Israele che non può cancellare un festival per bambini senza provocare alcuna reazione. Non ha assolutamente senso che gente che vive in una determinata area possa assistere ad uno show di marionette e chi vive in un’altra no. È assurdo“. Il video termina chiedendo di firmare “una petizione per fermare la crudele e folle guerra del governo israeliano contro i pupazzi”.

Nel contesto del conflitto e dell’occupazione, Doron si chiede come possa Israele aspettarsi che i palestinesi negozino la pace se non permette loro nemmeno di tenere un festival artistico per bambini. Spiegando il suo sogno, uno dei Muppet una volta disse: “Si tratta di cantare e danzare e rendere la gente felice. È il tipo di sogno che migliora le persone che lo condividono”.

Cosa direbbe Kermit la Rana?

Guarda il video:


 

 

http://nena-news.globalist.it/Detail_News_Display?ID=79578&typeb=0&VIDEO-Marionette-contro-la-guerra-israeliana-ai-pupazzi

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam