Video: “NON E’ UN’EMERGENZA”. Diego SACCORA e l’inferno di neve dei Balcani

0
440

tratto da: Nandino Capovilla

domenica 17 gennaio 2021   12:39

OGGI 17.01.1991 iniziavamo a bombardare Bagdad (200.000 morti la prima guerra del golfo).

OGGI i corpi di migliaia di migranti vagano a piedi nudi nella neve della Bosnia rimandati all’inferno dai nostri respingimenti.

OGGI la gente della Cita è entrata in chiesa calpestando i sandali di quei fratelli disperati che chiedono “Ma è questa l’Europa?”.

OGGI dedica 8 minuti e una manciata di secondi ad ascoltare chi, come Diego Saccora, mette corpo e anima per sollevare quei corpi straziati senza rinunciare alla denuncia delle nostre responsabilità.

OGGI la comunità ha voluto dare un generoso contributo in denaro a lui perchè lo porti nei Balcani. (donazioni su Sostieni IPSIA).

E in tutte le chiese d’Europa OGGI S. Paolo insisteva stupito: “Ma non lo sapete, non ci pensate mai, che i vostri corpi sono membra di Cristo?!” (1 Cor.6,15)

Nel trentesimo anniversario dei primi bombardamenti della prima guerra del golfo la comunità della Cita vuole capire cosa sta accadendo a chi da quelle guerre scappa e perchè l’Europa lascia morire di freddo migliaia di persone ai suoi confini. INTERVISTA a DIEGO SACCORA dell’Associazione Lungo la rotta balcanica.

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.