Violenti attacchi di coloni a Urif, Burin e Asira

Pubblicato il 1 maggio 2013 da AbuSara

 

1 mag 2013 | International Solidarity Movement, Nablus, Palestina occupata

By Team Nablus
Ieri 30 aprile, coloni israeliani provenienti dall’insediamento illegale di Yitzhar hanno dato fuoco ai campi di Asira al Qibliya, Burin e Urif così come hanno attaccato la scuola e molte case nei villaggi, il tutto mentre l’esercito israeliano e la polizia di frontiera gli garantivano protezione.

 
immagine1

coloni attaccano protetti dai soldati

Gli attacchi sono stati provocati dall’accoltellamento di un colono dell’insediamento di Yitzhar nella stessa mattina, che è morto poco dopo a Tappuah Junction vicino a Nablus.Questo è stato il primo israeliano a morire in Cisgiordania dal 2011. 9 palestinesi sono stati uccisi in Cisgiordania a partire dall’inizio di questo anno e gravi attacchi da parte dei coloni si verificano regolarmente senza punizione per i colpevoli.Contemporaneamente al colono ucciso questa mattina, un uomo di Gaza è stato ucciso da un attacco aereo israeliano mirato mentre era sulla sua moto.

Già alle 11 e un quarto, 50 coloni di Yitzhar, ritenuto dalle Nazioni Unite come uno degli insediamenti più violenti in Cisgiordania, hanno attaccato il liceo maschile di Urif mentre le lezioni erano in corso. In piedi al di fuori della scuola i coloni hanno lanciato pietre rompendo le finestre della scuola. Due studenti sono stati feriti da vetri che li hanno colpiti in testa, un altro studente è rimasto ferito quando un sasso ha colpito il suo piede. Circa 100 studenti sono poi fuggiti da scuola saltando sopra le mura esterne, mentre altri 100 sono rimasti dentro per la troppa paura di muoversi. Sono poi rimasti intrappolati nella scuola dato che i coloni hanno continuato a lanciare pietre contro la scuola e nel parcheggio quando qualcuno ha tentato di lasciare la scuola in auto.

I coloni contemporaneamente hanno acceso almeno dieci fuochi su terreni agricoli che circondano la scuola. Nel giro di dieci minuti dall’attacco, l’esercito è arrivato e ha cominciato a sparare lacrimogeni nei cortili della scuola e verso le persone che erano arrivate ​​per proteggere la scuola. Uno studente è stato colpito alla testa da un lacrimogeno e portato in ospedale per cure mediche.

Il combattimento è poi proseguito sul terreno sopra la scuola in cui i cinquanta coloni hanno continuato a lanciare pietre contro i locali ed i palestinesi hanno risposto lanciando pietre anche loro. Una cinquantina  di soldati, tra esercito e polizia di frontiera, stavano tra i due gruppi e sparavano gas lacrimogeni e bombe sonore verso gli abitanti di Urif. L’esercito non ha sparato gas lacrimogeni e bombe sonore verso i coloni. I coloni hanno continuato a lanciare pietre contro i locali e gli attivisti internazionali, mentre l’esercito ha cercato di spingere la gente del posto indietro, a volte usando spray al peperoncino per inabilitare un certo numero di persone. Alcuni tafferugli tra la gente di Urif e l’esercito sono scoppiati, ma non ci sono stati arresti.

Gli scontri sono proseguiti fin verso l’una, quando i coloni hanno cominciato finalmente a tornare a Yitzhar mentre l’esercito con gas lacrimogeni e bombe sonore spingeva la gente del posto verso il villaggio. Un drone è stato avvistato in volo sul villaggio in quel momento. L’esercito ha continuato a sparare lacrimogeni in paese per un altra ora, dopo che il combattimento si era fermato. Almeno un locale ha avuto bisogno di assistenza medica per inalazione di gas. Verso le tre coloni si sono avvicinati al villaggio dall’altra parte e hanno lanciato bottiglie molotov contro macchine e hanno acceso fuochi sulla terra vicino all’uliveto fino a quando sono stati respinti dalla gente del posto che arrivava.

Nel vicino villaggio di Asira coloni hanno dato fuoco a 14 campi e hanno distrutto vaste aree di terreno. 4 jeep militari israeliane sono entrate nel villaggio e hanno sparato gas lacrimogeni contro i residenti che cercavano di proteggere la loro terra. Alla scuola del bivio Tappuah i bus contenenti bambini palestinesi sono stati pesantemente bersagliati con sassi dai coloni. Una cinquantina di coloni hanno anche attaccato Burin durante la loro furia, attaccando il villaggio e dando fuoco a grandi aree di terreno agricolo.

I villaggi di Burin, Asira e Urif che circondano l’insediamento illegale di Yitzhar fronteggiano violenza quotidiana dai suoi coloni sionisti. I palestinesi sono regolarmente feriti, le scuole sono spesso attaccate, terreni agricoli vengono spesso bruciati e abitazioni residenziali sono spesso danneggiate. L’esercito israeliano è anche uso razziare i villaggi, spesso nel cuore della notte, per perquisire le case ed effettuare arresti casuali, spesso di bambini. Sotto la Quarta Convenzione di Ginevra la punizione collettiva è un crimine di guerra.

immagine2

Contrassegnato con i tag:

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam