Violenza quotidiana sulla strada per la scuola

638


31 Gennaio 2016 | International Solidarity Movement,  al-Khalil team | Hebron, Palestina occupata

Domenica 31 gennaio 2016, le forze israeliane hanno sparato una grande quantità di gas lacrimogeni a bambini nel loro cammino verso la scuola nei territori occupati di al-Khalil (Hebron).

 copyimage-1116429912388_479_398

La mattina presto, mentre i bambini stavano camminando verso le loro scuole situate oltre il posto di blocco Salaymeh, tre scolari hanno raccolto alcune piccole pietre e le hanno lanciate in direzione del checkpoint. I bambini sono costretti a passare attraverso questo punto di controllo sul loro percorso quotidiano verso la scuola, e sono spesso sottoposti a perquisizioni corporali, perquisizione delle cartelle e arresti casuali da parte delle forze israeliane.

image

Anche se i soldati erano in piedi al sicuro dietro un recinto, uno dei soldati subito ha raccolto un sasso gettandolo indietro ai bambini. Dopo un po’, i soldati hanno attraversato il posto di blocco e hanno iniziato a sparare gas lacrimogeni contro i bambini. Sparavano i lacrimogeni in rapida successione. I soldati israeliani hanno  costretto due  internazionali difensori dei diritti umani ad allontanarsi da loro, al fine di impedire loro di documentare, costringendoli così  a muoversi tra le nuvole di gas lacrimogeno persistente al di fuori delle scuole.

Nonostante ci fossero solo tre ragazzi che stavano lanciando pietre, le forze israeliane hanno attaccato tutto il quartiere con più di una dozzina di lacrimogeni. Questo è chiaramente sproporzionato ed è una forma di punizione collettiva, finalizzata a nessuno in particolare, ma che colpisce tutti gli studenti e residenti nel quartiere. Gli insegnanti hanno cercato di portare i bambini, che tossivano malamente, al sicuro all’interno dell’edificio  scolastico, ma anche lì c’erano gas lacrimogeni  visto che i soldati sparavano lacrimogeni direttamente nella scuola. 4 lacrimogeni sono arrivati direttamente nel cortile della scuola Khadiga, mentre altri 6 furono sparati nel cortile della scuola di Hebron. Mentre gli insegnanti chiamavano le ambulanze, la maggior parte dei bambini è andato a casa, al fine di sfuggire ai gas lacrimogeni nocivi.

image

Nel pomeriggio, i pochi bambini che sono stati lasciati a scuola sono stati costretti ad avere i loro zaini perquisiti dalle forze israeliane pesantemente armati sulla loro strada verso casa.

Questo non è un evento raro ma molto regolare verso la scuola per i bambini palestinesi nella parte occupata di al-Khalil. I bambini devono spesso affrontare gas lacrimogeni, granate assordanti e la violenza dei soldati israeliani. Il diritto all’istruzione per i bambini palestinesi in questo ambiente non è garantito e spesso le scuole sono costrette a chiudere presto a causa della violenza. Mentre passano il posto di blocco, molti bambini sono accompagnati da genitori o fratelli maggiori in quanto hanno paura delle forze israeliane pesantemente armati e alcuni di loro corrono oltre il posto di blocco in fretta per fuggire da intimidazioni e molestie anticipate.

image

http://reteitalianaism.it/reteism/index.php/2016/01/31/violenza-quotidiana-sulla-strada-per-la-scuola/

 

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.