Vittorio, con te il viaggio continua

“Come in antiche storie di mare,
dove mani di donna ponevano lumi alla finestra,
quasi la piccola tremula luce li guidasse tra le onde burrascose,
così anche oggi donne appiedate,
angosciate ma come le antiche madri mai dome,
mai vinte, tengono acceso il lume del cuore.
Sperando, come loro, che il navigante ritorni e che sia stato,
il suo, un buon viaggio…
e sognano che il ragazzo dall’anima errabonda
che non vuole radici se non quella in terreni da lui solo esplorati…
ritorni all’immutabile affetto che lo attende…..
Il mio lume è sempre acceso, anche se il Viaggio è terminato
e la tremula luce, da stasera, brilla anche sul mio balcone”.

Egidia Beretta Arrigoni, Il viaggio di Vittorio

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam