Yarmouk .

12 MAR 2014

IMMAGINE1Pubblicato il  da 

Fermate tutto questo..
Non é vero.. Non é vero..
Sei mesi fa abbiamo acceso le luci su un campo profughi..
Oggi stiamo vagando in un cimitero a cielo aperto.
Fermate tutto, riavvolgete il film…. schiacciate STOP.
Ma FATE QUALCOSA!!!
Vaghiamo tra i cadaveri..
Camminiamo tra bambini che sono diventati pasto per le mosche e per le larve

Perché ormai un’ora é abbastanza x un’endemia..le condizioni igieniche sono al collasso, non c’é acqua, non c’é cibo.. Non basta..
I “camminanti” si sono triplicati, la disperazione non ha confine..
Mi sono sentita chiedere aiuto per entrare a Gaza…

Perché è il 2014 e non é possibile vedere persone morire affamate e disidratate, lentamente…. Come può progettare solo un folle, speravo che alla storia del mondo ne fosse bastato uno.

Avete mai visto una persona morire per fame?
Avete mai visto in che modo innaturale si sforma la conformazione ossea , in quale modo la pelle tira in modo che ti aspetti che si stia consumando? Che si strappi da un momento all’altro?

I miei nonni sono due sopravvissuti ai campi di concentramento, oggi ho rivisto anni di foto ingiallite dal tempo, risentito sulla mia pelle anni di racconti, oggi ho visto quello che é il mio 50% plasmarsi con l’altro pezzo.. Come un qualcosa che prendeva una forma.
Quella di un mostro generato da due follie che tanto diverse non sono.

Esseri umani che sono rimasti intrappolati per mesi senza cibo e medicine, divorandosi persino i topi per sopravvivere, Yarmouk é esplosa, Yarmouk é stata lasciata al suo essere territorio dei ” senza fine” negli ultimi cinquanta anni.
La gente nata e cresciuta a Yarmouk ha vissuto l’esodo da quando ha respirato.
Mio padre raccontava Yarmouk come la terra dei senza ritorno.
Era inevitabile non pensare che questo sarebbe successo, e ora éimpossibile spostarsi con la mente senza sentirsi addosso questa orrenda sensazione di morte, oramai ci sono cadaveri in ogni parte delle strade.
La maggior parte sono bambini che sono morti in un orrore che é morire per fame e per sete.
Avete visto tutti credo le foto di cadaverini di piccoli bimbi morire con la bocca aperta…
Fino all’ultimo hanno supplicato cibo e acqua.

Questo campo finito su un certo tipo di ” news” perché DOVEVA, dopo 2 anni e mezzo in cui ci davano dei visionari, amici dei “ratti terroristi tagliagole” questo campo che non é più solo il campo degli Yarmoukeni..

Questo campo che é Dacau, questo campo che é Bergen Belsen, questo campo che é Auschwitz, questo campo che é la fine dell’essere umano in quanto tale.

Continuiamo a dire che la storia non insegna, siamo noi che non vogliamo imparare.
Hanno definito Yarmouk il campo di concentramento del terzo millennio..

Qualcuno lo metta in discussione..
Venendo qui!

Vedendo cadaveri di bambini pieni di larve, vedendo l’epidemia che esiste, respirando questa schifosa aria di morte.

Respiratela, vivetela.
Poi continuate a negarla o sminuirla.
Vigliacchi….

Non parlare di diritto di esistenza del popolo palestinese, non ne avete il diritto.
Non parlate di crimini verso quello che additate come l’unico nemico o meglio venite qui a vedere come la vostra indifferenza ha ridotto queste persone.

In ogni persona, in ogni bimbo, in ogni anziano che sognava la libertà c’é la vostra responsabilità di averli lasciati soli.

La Siria sta morendo, chiedetevi quanto c’entra ognuno di voi.

Questo ennesimo ammasso di parole scollegate forse serve solo a me..
Per non dimenticare perché siamo qui per avere il coraggio che stasera é tracollato di vedere ancora tutto questo orrore.

 

Yarmouk .

http://biscottiallozenzero.wordpress.com/2014/03/12/yarmouk/

SIRIA

Contrassegnato con i tag: , ,

Articoli Correlati

1 Commento

  1. Grazie

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.