Yonatan Shapira “hanno usato contro di noi pistole taser”

DOMENICA 21 OTTOBRE 2012

Gli attivisti che sono stati arrestati a bordo della Estelle , una nave diretta a Gaza che è stata sequestrata dalla Marina di Israele sabato, ha accusato i soldati di avere usato pistole taser per sopraffarli.

L’ attivista israeliano filopalestinese Yonatan Shapira, che è stato arrestato dai militari, ha riferito a sua madre, la dottoressa Zvia Shapira, che i soldati hanno usato pistole stordenti per bloccare gli attivisti. L’IDF sabato aveva dichiarato  che la nave era stata sequestrata senza l’uso della forza.

Shapira ha chiamato sua madre dalla stazione di polizia di Ashdod, dove lui e gli altri due attivisti israeliani sono stati condotti  dopo l’arresto, dichiarando  che erano tutti illesi.Zvia Shapira avrebbe parlato con il figlio fuori dalla stazione di polizia, dove si trovava con gli amici degli altri detenuti che stavano facendo una manifestazione di sostegno.

Ha poi raccontato la sua storia per gli altri: “Yonatan ha detto che sono stati  “Tasered” nelle gambe e nelle braccia … E ‘orribile, ma lui sembra calmo.”

All’inizio della giornata, la madre di Shapira ha detto che era orgogliosa di lui  definendo il figlio : “un vero patriota israeliano”.
“Vorrei che più israeliani facessero quello che lui fa. Egli segue il suo cuore ed i suoi valori … non odia Israele . Non e ‘un traditore.’ E’ un patriota più grande di chiunque altro ed è molto più coraggioso di un sacco di gente.
“Lui sa che il governo israeliano sta facendo qualcosa di impensabile con questo blocco e che non sarà in grado di porre fine al conflitto in quel modo. “

La dottoressa Shapira ha  messo in dubbio la versione dei fatti dell’ IDF , che ha evidenziato  che nessun aiuto umanitario è stato trovato a bordo della Estelle.Se questo è quello che dicono, dovrebbero mostrare il film in modo che possiamo vedere da soli che non c’erano le attrezzature umanitarie presenti a bordo. Credo a Yonatan che mi ha detto che c’erano medicine e giocattoli. Estelle   è stata una provocazione mirata a sensibilizzare. Erano consapevoli che non sarebbero stati in grado di arrivare a Gaza. Finché si tratta di intelligente provocazione – non violenta.. – sono orgogliosa di questo “.

Neri Brenner ha contribuito a questo rapporto

http://www.ynetnews.com/articles/0,7340,L-4294718,00.html2  1h fa dal tribunale di Ashkelon:- gli attivisti israeliani a bordo di Estelle, sono accusati di incitamento, incitamento alla ribellione, aiuto al nemico e violazione della legge di disingaggio. – il pubblico ministero chiede il trattenimento dei passeggeri israeliani di Estelle per altri 5 giorni.

Contrassegnato con i tag: , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam